Ambiente, la scrittrice francese Fatima Ouassak: "Non esiste ecologia senza lotta antirazzista" - Il Fatto Quotidiano (2024)

Ambiente, la scrittrice francese Fatima Ouassak: "Non esiste ecologia senza lotta antirazzista" - Il Fatto Quotidiano (1)

Il suo saggio arriva in Italia: "Il progetto ecologico maggioritario cercha di garantire il mantenimento di un certo livello di comfort. Mangia bene, vivi a lungo e in buona salute, in grandi case, viaggia, sii libero di esprimerti o manifestare, contemplare la natura, sii felice.Questo progetto è perfettamente compatibile con il sistema coloniale-capitalista

di Elisabetta Ambrosi | 9 Luglio 2024

1

AmbienteCapitalismoEcologiaFemminismo

“Siamo d’accordo nel risolvere il problema climatico, ma dal punto di vista e nell’interesse di chi? È l’umanità che vogliamo salvare, o solo la sua frazione bianca e ricca? E quale ecologia vogliamo, quella compatibile con il sistema coloniale capitalista o quella che vuole l’emancipazione anche dei non bianchi, musulmani, migranti?”. Fatima Ouassak, di cui è uscito in Italia il libro Per una ecologia Pirata… e saremo liberi! (Tamu edizioni) è una politologa e militante ecologista, femminista e antirazzista. È co-fondatrice del Front de mères, un’unione di genitori francesi – oggi presente anche in Belgio, Francia e Lussemburgo – che conduce lotta contro la violenza della polizia, la discriminazione razzista a scuola, le conseguenze del cambiamento climatico. Ed è anche co-fondatrice di Verdragon, la prima casa dell’ecologia popolare fondata nel 2021 in Francia, a Bagnolet, casa “che abbiamo dovuto difendere sia dalla sinistra locale che dall’estrema destra”.

Ambiente, la scrittrice francese Fatima Ouassak: "Non esiste ecologia senza lotta antirazzista" - Il Fatto Quotidiano (2)Lei sostiene che solo a partire dai quartieri oppressi si può organizzare un progetto ecologico rivoluzionario. Può spiegarci meglio?

Dobbiamo fare il punto sull’intreccio tra il sistema capitalista e il sistema coloniale. Non possiamo immaginare la lotta ambientalista se non immaginiamo, allo stesso tempo, una lotta antirazzista e internazionalista. Ciò che meglio definisce la condizione delle popolazioni razzializzate che vivono in Europa è il fatto di essere doppiamente private di terra: non vengono più da “laggiù”, non sono considerate neanche “da qui”. Vedo uno stretto legame tra le devastazioni della terra – in particolare quella “underground”, quella dei quartieri popolari dove si concentrano svincoli autostradali, centri commerciali, data center, parcheggi, ecc. – e il modo in cui trattiamo la popolazione che la abita. Non possiamo chiedere agli abitanti dei quartieri popolari di impegnarsi contro ciò che qui distrugge la terra e, allo stesso tempo, ricordare loro costantemente che lì non sono a casa loro. Di nuovo: non siamo nella posizione di proteggere una terra in pericolo dove noi stessi siamo schiacciati e sotto controllo permanente, dove non abbiamo il potere di cambiare le cose.

Qual è la differenza tra l’ecologia neoliberista bianca e borghese, interessata a adattamento e conservazione, e l’ecologia popolare non bianca, interessata alla liberazione?

Da un lato, l’ecologia maggioritaria esprime chiaramente la preoccupazione per il cambiamento: “Vogliamo che i nostri figli abbiano la nostra stessa vita”. Il progetto ecologico maggioritario cercherà di garantire il mantenimento, per quanto possibile, di un certo livello di comfort. Mangia bene, vivi a lungo e in buona salute, in grandi case, muoviti liberamente per il mondo, viaggia, sii libero di esprimerti o manifestare, contemplare la natura, sii felice. Questo progetto ecologico è perfettamente compatibile con il sistema coloniale-capitalista. Testimonia una relativa indifferenza verso il destino del resto degli esseri viventi e degli esseri umani (malgrado la mobilitazione ipocrita dei grandi discorsi universali su “il Pianeta”, “l’Umanità”, “la Biodiversità”, “i Viventi”…). Se si tratta di radicalismo, di rottura, anche di rivoluzione, non mette mai realmente in discussione il sistema di dominazione razziale e coloniale. E non corrisponde in alcun modo alle aspirazioni di cambiamento delle classi lavoratrici, dove la preoccupazione è piuttosto che nulla cambi: “Non vogliamo che i nostri figli abbiano la stessa nostra vita”.

Ambiente, la scrittrice francese Fatima Ouassak: "Non esiste ecologia senza lotta antirazzista" - Il Fatto Quotidiano (3)Perché l’ecologia non può essere “neutra” rispetto ai valori?

Oggi in Europa gli ecologisti agiscono come se fosse sufficiente mettere in movimento i dati scientifici, dall’alto verso il basso, dagli esperti alle popolazioni. Sventoliamo i riassunti dell’IPCC e avvertiamo: “Presto, ci restano solo tre anni per agire!”. Tuttavia, l’ecologia può essere fascista, reazionaria, sessista, transfobica. Nel campo ecologico troviamo sia il peggio che il meglio. Ecco perché accontentarsi del termine “ecologia” per delineare un progetto politico non basta. È necessario specificare la natura del progetto ecologico.

Nel libro parla anche dei gravi rischi nel caso in cui la destra avesse vinto le elezioni in Francia.

L’estrema destra francese difende un progetto politico chiaro e assertivo, con una dimensione ecologica sempre più importante, soprattutto intorno alla terra: l’estrema destra parla di espropriazione della terra, in particolare a causa del “grande ricambio” dell’Europa bianca e cristiana, invasa da una popolazione non bianca e musulmana che fuggirà sempre più. Allo stesso tempo, l’estrema destra parla della necessità di riprendersi la terra, in particolare attraverso una politica di “remigrazione”, che consiste nel rimandare queste popolazioni pericolose in Africa e Asia. L’estrema destra parla di clima in relazione alla demografia, alla migrazione e alla questione razziale e di civiltà. Questo progetto razzista è tanto più preoccupante perché, rispetto ad esso, non esiste un progetto ecologico antirazzista che affronti le stesse questioni. Cosa accadrà ai “senza terra” nei quartieri operai quando l’Europa resterà senza aria, acqua e spazio e l’estrema destra tornerà alla sua ossessione per lo spazio vitale?

Lei rivendica la necessità di una “ecologia pirata”: in cosa consiste?

Una certezza: in Europa solo un progetto di liberazione dal sistema coloniale-capitalista potrà contribuire a risolvere il problema del riscaldamento globale. E questo progetto di liberazione è un’ecologia “pirata”, che ha i piedi ancorati nei quartieri operai d’Europa e i suoi occhi rivolti all’Africa.

Arriva a teorizzare una sorta di “secessione”.

“Secession” è un progetto ambientalista radicale, che mira all’autorganizzazione e all’autogestione territoriale. Si tratta di un orizzonte politico: in quale società, dandole un nome che non inizi con “anti”, aspiriamo a far crescere i nostri figli, senza distinzione di razza, di classe, di genere e di religione, affinché possano essere liberi, felici e rispettati nella loro pari dignità? Per il momento è un’utopia, ma penso che sia un’utopia realizzabile se un numero sufficiente di persone in Europa ci lavorasse.

AmbienteCapitalismoEcologiaFemminismo

Articolo Precedente Allerta caldo: temperature in aumento, attesa un’ondata di calore con picchi fino a 42 gradi

Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnicoLa Redazione

Dalla Homepage

Ambiente, la scrittrice francese Fatima Ouassak: "Non esiste ecologia senza lotta antirazzista" - Il Fatto Quotidiano (6)

Zonaeuro

Venti Paesi Ue contro i viaggi di Orbàn a Mosca e Kiev. Missioni di pace? “Chiarisca la sua condotta sleale”. Nato riunita a Washington: ipotesi di altri invii di armi

Di F. Q.

Mondo

Francia, indagine per finanziamenti illeciti al partito di Marine Le Pen. Chi può governare dopo il voto? Per la sinistra percorso in salita

Di F. Q.

“L’Italia è il Paese con il maggior calo dei salari reali tra le grandi economie”: il report dell’Ocse

Di Chiara Brusini

Ambiente, la scrittrice francese Fatima Ouassak: "Non esiste ecologia senza lotta antirazzista" - Il Fatto Quotidiano (7)

  • 15:09 - **Musica: Codacons, 'bimba disabile esclusa da concerto Coldplay del 16 luglio all'Olimpico'**

    Roma, 9 lug. (Adnkronos) - "Una bambina disabile, pur avendo acquistato regolare biglietto di ingresso, rischia di rimanere esclusa dal concerto dei Coldplay in programma il prossimo 16 luglio allo stadio Olimpico di Roma". Il caso viene denunciato dal Codacons, a cui la mamma della ragazza si è rivolta per ottenere aiuto. Circa un anno fa, racconta l'associazione, "la donna acquistava sulla piattaforma Ticketmaster due biglietti per il concerto dei Coldplay con l’intenzione di prendervi parte con la figlia, fan del gruppo musicale, e le venivano assegnati due posti alla Tribuna Monte Mario. Nel corso dell’anno, tuttavia, le condizioni della bambina sono peggiorate e, ad oggi, la ragazza per spostarsi necessita della sedia a rotelle".

    La Tribuna Monte Mario, però, "non consente l’ingresso agli utenti su sedia a rotelle, e per tale ragione la madre chiedeva lo spostamento dei posti in Tribuna Tevere, accessibile ai disabili", spiega l'Associazione. "Le veniva tuttavia riferito che, a causa del sold out della Tribuna Tevere, ed in particolare dei posti riservati ai disabili, tale modifica non era possibile. Ad oggi, pertanto, madre e figlia si trovano nell’impossibilità di partecipare al concerto, vicenda che ha portato il Codacons a presentare firmale diffida alla società Ticketmaster Italia srl".

    Nella diffida dell'associazione dei consumatori si legge: "Il diniego opposto all’assegnazione di posti, in sostituzione di quelli prenotati, che siano accessibili e consentano alla bambina di partecipare al concerto, appare del tutto illegittimo. Come noto, infatti, l’ordinamento interno rifiuta qualsiasi tipo di discriminazione basata sulla disabilità. In particolare, l’intera normativa nazionale in materia di disabilità risponde all’esigenza di tutelare la salute del disabile e di contrastare il quanto più possibile discriminazioni ed ostacoli alla sua mobilità e allo sviluppo della sua personalità. Tanto premesso, appare incontrovertibile il diritto dell’utente a partecipare al concerto dei Coldplay, con relativo obbligo per la vostra società di assegnare a lei e a sua madre, in sostituzione di quelli indicati sui biglietti, altri posti idonei (e ciò ancor di più ove di pensi che la disabilità motoria è subentrata da pochi mesi, e dunque successivamente all’acquisto dei biglietti, non essendo prevedibile all’epoca della prenotazione), prevedendo altresì per la madre un posto vicino per consentire l’accompagnamento".

  • 15:03 - Riforme: Pd, 'inutile discutere premierato senza proposta maggioranza su l. elettorale'

    Roma, 9 lug. (Adnkronos) - "La riforma della legge elettorale è un aspetto centrale del premierato. Il nuovo assetto costituzionale, che contrastiamo con forza, non potrà entrare in vigore in assenza di un nuovo modello elettorale. Per questo, il parlamento deve essere messo subito nelle condizioni di conoscere la posizione del governo. Allo stato attuale la discussione non è possibile e dovrebbe essere rinviata in attesa della proposta di modifica della legge elettorale della maggioranza”. Così la capogruppo democratica nella commissione Affari costituzionali della Camera, Simona Bonafè, commenta le dichiarazioni della ministra Casellati sulla legge elettorale. “Il governo non ha una linea comune - conclude Bonafè - per il momento abbiamo solo indiscrezioni e elucubrazioni di singoli ministri”.

  • 14:50 - Autonomia: Renzi, 'primo week end di mobilitazione dal 19 al 21, noi ci saremo'

    Roma, 9 lug (Adnkronos) - "Venerdì scorso abbiamo depositato il quesito con le firme in Corte di Cassazione insieme agli altri promotori del referendum. Il primo weekend di mobilitazione voluto dagli organizzatori sarà quello del 19/21 luglio e noi ci saremo. In attesa della fine del tesseramento e delle conseguenti scelte politiche interne che faremo, ho chiesto a tutta Italia Viva di mobilitarsi per organizzare tavolini, banchetti e raccolta firme". Lo annuncia Matteo Renzi nella sua ultima enews.

  • 14:45 - Patuelli rieletto presidente Abi per acclamazione

    Roma, 9 lug. - (Adnkronos) - Il neoeletto consiglio dell’Abi, che si è riunito oggi dopo l’assemblea annuale, accogliendo l’indicazione unanime formulata dal comitato esecutivo, ha rieletto per acclamazione Antonio Patuelli presidente dell’Abi.

  • 14:34 - Dl sport: Berruto (Pd), 'accantonato emendamento Mulè'

    Roma, 9 lug (Adnkronos) - "Tanto tuonò che non piovve: l’emendamento Mulè sull’autonomia della Lega Calcio, di cui tanto si è parlato, è stato 'accantonato'. Una vera dichiarazione di guerra da parte della Lega di Serie A nei confronti della Federcalcio, una sorta di autonomia differenziata, ma molto peggio, che ha destato l’attenzione della Uefa che minaccia l’esclusione dei club di Serie A dalle competizioni europee". Lo dice il deputato del Pd, responsabile nazionale Sport del partito, Mauro Berruto.

    "Insomma, una dichiarazione di indipendenza clamorosamente pericolosa nel merito e sfacciata nel metodo: un emendamento a un decreto legge che si occupa tra l’altro di temi del tutto estranei. Ora l’emendamento va “ai box” chissà per uscirne con quale maquillage -prosegue-. Immaginiamo servirà prima di tutto un confronto interno a Forza Italia, nella cui squadra giocano il Sen. Lotito, proprietario di un club calcistico di serie A, ma anche il capogruppo alla Camera, l’On. Barelli, presidente di una importante federazione sportiva come la Federnuoto".

    "Non invidiamo la posizione dell’On. Mulè la cui prima firma è su quell’emendamento, né quella del ministro Abodi, che da esperti di equilibrismo troveranno il modo di uscire dall’empasse. Abbiamo invece una certezza: il Partito Democratico denuncerà e si opporrà in tutte le sedi al più esplicito e clamoroso tentativo di spaccare lo sport italiano a favore delle società più ricche (e peraltro non esattamente esemplari e virtuose) a scapito di tutto il resto del mondo sportivo”, conclude.

  • 14:32 - Ue, Patuelli: "Italia sia protagonista nuova Commissione, ruolo economico e vicepresidenza"

    Roma, 9 lug. - (Adnkronos) - "Non basta un’Unione Europea sempre più ampia, ma basata principalmente sull’economia, sulla libera circolazione di persone, merci e denari, sulla Pac e sull’incompleta Unione bancaria che hanno rappresentato i progressi possibili. Non bastano le graduali crescite di importanza delle Istituzioni europee. È sterile criticare la Ue per competenze che i Trattati non le attribuiscono appieno. Occorre trovare lo slancio imposto dai tempi più duri, con una nuova strategia europea, con nuovi Trattati e una vera Costituzione, con norme per la parità concorrenziale nel mercato interno e per lo sviluppo di tutte le aree d’Europa, innanzitutto le svantaggiate come il Mezzogiorno. La ricerca della stabilità finanziaria deve essere sempre inscindibile con gli stimoli allo sviluppo e all’occupazione. L’Italia deve essere fra i protagonisti della nuova Commissione europea, con una importante responsabilità in materia economica e una Vicepresidenza". Così Antonio Patuelli, presidente Abi, nella relazione all’Assemblea 2024 dell’Associazione Bancaria Italiana.--

    "Il completamento dell'Unione bancaria e dei mercati - continua- dei capitali sono priorità da realizzare con un 'disegno centrale', evitando la moltiplicazione delle norme, favorendo la competitività delle banche nella Ue e la prevenzione nelle crisi bancarie, con i Fondi interbancari che debbono essere preferiti alle più costose 'risoluzioni' e a misure come il 'bail in': debbono essere sempre rispettati i risparmiatori e i lavoratori".

    "Fra i più ambiziosi obiettivi strategici per costruire una vera Unione europea, che eviti la concorrenza economica fra gli Stati membri, vi è l’armonizzazione dei sistemi e delle aliquote fiscali. Abbiamo ragione nel sostenere che l’Unione bancaria possibile è quella basata su identiche regole di diritto bancario, finanziario e penale dell’economia, con Testi unici, 'Codici', riforme che non costano che semplifichino, razionalizzino e tolgano disparità nell’Europa e favoriscano le aggregazioni bancarie per la competizione delle banche europee con quelle del resto del mondo".

    "Debbono essere evitate penalizzazioni per chi detiene il debito pubblico", sostiene. L’Abi impronta le attività all’indipendenza, all’autonomia e alla coesione, con forte collegiale trasparenza, con obiettivi sociali di libertà e responsabilità. Lavoriamo spesso controvento, abbiamo subito anche 'errori di diritto', così sentenziati in via definitiva dalle Giurisdizioni della Ue. Abbiamo resistito a fasi di alta ostilità verso le banche: ci guida l’intransigenza morale dei più insigni banchieri, da Raffaele Mattioli a Stefano Siglienti che nel 1945 rifondò l’Abi libera e indipendente, dopo essere stato detenuto in via Tasso e a Regina Coeli dalla quale, ottant’anni fa, riuscì a fuggire, scampando all’eccidio delle Fosse Ardeatine".

    "Nello scorso maggio il Comitato esecutivo dell’Abi ha approvato all’unanimità la consensuale conclusione del rapporto di lavoro del direttore generale Giovanni Sabatini e gli ha espresso vivo ringraziamento per la serietà, l’impegno e la competenza nell’attività svolta dal 2009. Il 30 maggio il Consiglio dell’Abi ha nominato Marco Elio Rottigni nuovo direttore generale: gli rivolgiamo un caloroso benvenuto e i migliori auguri per gli impegnativi compiti".

    "L’Abi -sottolinea- è impegnata nel confronto al Cnel su tutti i fattori di spopolamento di alcune aree d’Italia, su problemi sociali, demografici, infrastrutturali, sanitari, di servizi pubblici e privati sempre più forniti con strumenti tecnologici, e sulle attività bancarie che, con le filiali, normalmente seguono gli andamenti demografici e le attività economiche". Così Antonio Patuelli, presidente Abi, nella relazione all’Assemblea 2024 dell’Associazione Bancaria Italiana.

    ''Quasi un decennio di inediti tassi a zero della Bce, e negativi per i depositi delle banche in Bce, ha prodotto forti cambiamenti nel far banca e nelle mentalità dei cittadini. La lotta all’inflazione ha fatto mutare le politiche delle Banche centrali, riducendo la liquidità: da novembre i tassi di mercato si sono ridotti. Servono banche inclusive e sostenibili, sempre con cospicua liquidità, redditizie e ben capitalizzate, impegnate di continuo nell’innovazione tecnologica per l’efficienza, la sicurezza e a servizio dei clienti''. Sottolinea

    ''Le prospettive della solidità patrimoniale delle banche sono legate alla redditività prospettica che si basa sugli originali modelli di business di ciascuna impresa bancaria -conclude Patuelli-. Le banche hanno assoluta necessità di avere stabilità delle tantissime norme internazionali, europee e nazionali che vanno semplificate: nel 2023 quelle indirizzate alle banche sono state diverse migliaia''.

    ''Abbiamo alle spalle anni durissimi di crisi economiche, finanziarie, bancarie e anche morali, con sforzi continui per ridurre i crediti deteriorati, anche con ogni legittima moratoria sui debiti verso le banche, con costi bancari non ancora esauriti per i salvataggi di banche concorrenti in crisi, con ristori ai risparmiatori da parte del Fondo Interbarcario e del Fir. Il Fondo Europeo di Risoluzione ha raggiunto l’obiettivo di accantonamenti ed è anch’esso costato molto alle banche''. Lo sottolinea il presidente dell'Abi, Antonio Patuelli, in occasione dell'assemblea annuale.

    ''Le banche sono protagoniste nei cambiamenti, con innovazioni e riorganizzazioni per migliorare l’operatività, col costruttivo continuo confronto con le Organizzazioni Sindacali -prosegue Patuelli-. Sempre determinante è il ruolo degli azionisti per rafforzare la solidità patrimoniale, in presenza delle nuove regole dell’Unione bancaria e in preparazione, pur con i vari, importanti miglioramenti introdotti, di alcuni più elevati requisiti patrimoniali di “Basilea 3+” e di quelli per i grandi rischi. La solidità delle banche 'rappresenta un punto di forza per l’intera economia italiana', ha ben detto il Governatore Panetta''.

    ''È fondamentale un’economia più patrimonialmente solida in tutti i settori: chiediamo che venga ripensata l’Ace per favorire le imprese a rafforzare le solidità indispensabili per nuovi investimenti'', conclude Patuelli.

    ''Anche nelle più gravi emergenze le banche e chi vi lavora hanno fatto pienamente il proprio dovere, come in terremoti, alluvioni e nella pandemia dove hanno applicato d’urgenza e con diligenza anche le norme eccezionali per i prestiti garantiti alle imprese, con tutte le regole che non erano sospese, con correttezza ed efficienza anche a tutela degli interessi pubblici. Le banche del domani, che è già oggi, sono tutte in concorrenza, sono e saranno sempre più sostenibili, vigili verso ogni rischio per la salute e per l’ambiente, consapevoli, trasparenti, veloci, interattive ed umane, impegnate per l’educazione e la correttezza finanziaria, per garantire a ciascuno la libertà e la responsabilità di scegliere in quali modalità effettuare ogni tipo di operazioni''.

    ''L’Italia deve sviluppare nuovi progetti per favorire le iniziative economiche e di lavoro dei giovani, non solo per l’acquisto della prima casa, per fornire ai giovani più possibilità di lavoro qualificato, competitive con quelle degli altri Stati europei''.

    ''Il nuovo Contratto Nazionale di Lavoro dei Bancari è basato su lungimiranti consapevolezze, è fortemente innovativo e dinamico nelle garanzie per tutte le lavoratrici e i lavoratori e per le prospettive delle più diverse imprese bancarie. Il Contratto dei Bancari è di alta qualità giuridica e sociale, basato sull’impegno per la legalità e la trasparenza sempre e su pratiche commerciali di corretta concorrenza''.

    ''La corretta informazione, l’educazione finanziaria e al risparmio, ben sviluppata dalla Feduf (la Fondazione promossa dall’Abi con tante adesioni anche non bancarie), la concorrenza e la trasparenza sono i metodi più idonei per favorire le scelte dei consumatori e ridurne i costi, comeanche con il Protocollo sui pagamenti con i Pos -prosegue Patuelli-. Le banche hanno piani industriali diversi, con obiettivi competitivi e metodi concorrenziali, con strutture fisiche e tecnologiche''.

    ''L’Abi è impegnata nel confronto al Cnel su tutti i fattori di spopolamento di alcune aree d’Italia, su problemi sociali, demografici, infrastrutturali, sanitari, di servizi pubblici e privati sempre più forniti con strumenti tecnologici, e sulle attività bancarie che, con le filiali, normalmente seguono gli andamenti demografici e le attività economiche'', conclude Patuelli.

  • 14:27 - Aeroporti: Pd-M5s-Avs chiedono informativa urgente, 'no Malpensa intitolato a Berlusconi'

    Roma, 9 lug (Adnkronos) - Il gruppi del Movimento 5 stelle, del Pd e di Avs hanno chiesto una informativa urgente alla Camera sulla scelta di intitolare l'aeroporto di Malpensa a Silvio Berlusconi. "Basta revisionismo storico, basta beatificare Silvio Berlusconi, basta far pensare che un aeroporto possa essere crocevia per la fuga di persone che hanno commesso reati fiscali in Italia", ha detto Antonino Iaria, del M5s.

Ambiente, la scrittrice francese Fatima Ouassak: "Non esiste ecologia senza lotta antirazzista" - Il Fatto Quotidiano (8) www.adnkronos.com

Ambiente, la scrittrice francese Fatima Ouassak: "Non esiste ecologia senza lotta antirazzista" - Il Fatto Quotidiano (2024)

References

Top Articles
Latest Posts
Article information

Author: Annamae Dooley

Last Updated:

Views: 5584

Rating: 4.4 / 5 (65 voted)

Reviews: 88% of readers found this page helpful

Author information

Name: Annamae Dooley

Birthday: 2001-07-26

Address: 9687 Tambra Meadow, Bradleyhaven, TN 53219

Phone: +9316045904039

Job: Future Coordinator

Hobby: Archery, Couponing, Poi, Kite flying, Knitting, Rappelling, Baseball

Introduction: My name is Annamae Dooley, I am a witty, quaint, lovely, clever, rich, sparkling, powerful person who loves writing and wants to share my knowledge and understanding with you.